I surrogati del caffé

ASPU, Regno d’Italia, Commercio, a. 1811

23.

Montegiano, 21 marzo 1811

Il documento è il riscontro della comunità di Montegiano alla lettera del viceprefetto di Pesaro con cui si incitava a utilizzare piselli secchi abbrustoliti “in luogo e a risparmio del caffè”, come consigliato con una lunga relazione dal "conte senatore Dandolo” (Archivio di Stato di Pesaro, Regno d’Italia, Commercio, a. 1811)

Per i più curiosi proponiamo il contenuto della lettera del senatore Dandolo.

Caffè con i semi di ginestra? Scorri la pagina per saperne di più!

 


ASMC,  Prefettura del Dipartimento del Musone, b. 9, fasc.44/1

Macerata 1812

Nel fondo della Prefettura del Dipartimento  del Musone è presente un opuscolo a stampa intitolato Memorie del signor Galeazzo Fumagalli consigliere della Prefettura del Lario (Como) sui succedanei del caffè e del pepe indigeno, in cui si afferma che il seme di ginestra volgare mescolato con il caffè della Martinica o di Capo, è uno dei migliori surrogati del caffè (Archivio di Stato di Macerata,  Prefettura del Dipartimento del Musone, b. 9, fasc. 44/1)

 

Torna alla mostra