I «Bagni Dorici»

ASAN-ACAN21. Ancona avrà nell’estate del 1835 il suo primo stabilimento balneare nei pressi del Lazzaretto e ad esso collegato tramite un ponte, su progetto dell’architetto Nicola Matas. L’accesso alla struttura, a pagamento, permette ai ceti abbienti della città, di prendere il bagno con tutti i comfort e avere uno spazio di incontro e socializzazione. Infatti, oltre ai camerini, vi sarà “una sala in servizio del caffè”: il regolamento informa che in questo locale non si potrà accedere se non completamente vestiti ed è «espressamente vietato qualunque gioco nello stesso caffè». 

Torna indietro