Regole per la vendita del vino (Periodo Francese)

mosti e vini

7. La rigorosa regolamentazione nella gestione e vendita del vino e derivati è sempre stata preoccupazione dei vari governi e ognuno ha preso i suoi provvedimenti in merito.

In questo documento del 1805 si vieta di vendere vino o aceto al minuto senza autorizzazione scritta del Ministro.

Le botti devono essere state rigorosamente “staggiate” (averne verificato la capienza); inoltre non sarà possibile iniziare la vendita al minuto se sull’uscio della cantina non sarà stata apposta una frasca o un cartello come segno.

Il testo si conclude con l'imposizione di una tassazione di 20 bajocchi per ogni soma di vino accertata. Allora come ora, l’imposizione di tasse è presentata come questione di interesse pubblico.

Torna alla mostra